Alimentazione su misura: la medicina del futuro

Molti non sanno che gli alimenti sono molto più che un insieme di nutrienti. I singoli nutrienti possono interagire tra loro e creare una sinergia tale da ridurre l’infiammazione. L’infiammazione è la causa di molte patologie croniche, come il cancro. Così sostiene l’autorevole American Institute for Cancer Research (AICR).

Vediamo quali alimenti vale la pena di acquistare la prossima volta al supermercato, al fine di vivere a lungo e in salute.

  • Fragole: tutti i frutti di bosco sono ricchi di polifenoli, i quali hanno effetti positivi sulla salute. Per esempio, i frutti rossi possono migliorare la funzionalità cardiovascolare
  • Broccoli e cavolfiore: Tutte le verdure crucifere aiutano a combattere lo stress ossidativo che si genera in presenza di infiammazione, andando quindi a beneficiare la salute cardiovascolare e a prevenire i tumori
  • Cannella: ridurre lo zucchero per far spazio alla cannella può far bene oltre che essere gradevole. Consumare mezzo cucchiaino di cannella al giorno aiuta a regolare la glicemia
  • Pesci ricchi di omega-3: consumare settimanalmente almeno 2 porzioni da 100g di pesci ricchi di omega-3 come sgombro o salmone aiuta a ridurre l’infiammazione.
  • Alimenti fermentati: kefir e yogurt (2 derivati fermentati del latte) e tempeh e miso (2 derivati fermentati della soia) salvaguardano la salute del tratto gastro-intestinale
  • Aglio: secondo la AICR, aglio, cipolla e scalogno possono avere una funzione anti-tumorale, se combinati con uno stile di vita sano e attivo
  • Zenzero e curcuma: queste spezie hanno una funzione analgesica e anti-infiammatoria, aiutando a prevenire il senso di nausea
  • The verde: i polifenoli del the verde aiutano il cuore a funzionare meglio e a prevenire i tumori. Perché non sostituire l’acqua a del the verde non zuccherato in estate?
  • Frutta secca: noci, nocciole, mandorle, arachidi e pinoli possono aiutare a regolare la glicemia e la funzione cardiovascolare

Aspetta un attimo.. le sapevi già queste cose?

Certo, perchè in fondo il buon senso ce l’hanno tutti, soprattutto noi Italiani, in fatto di nutrizione.

Eppure.. perchè obesità, cancro e altre patologie croniche sono in aumento? 

Distinguere gli alimenti sani da quelli meno sani è un punto di partenza. La chicca è saper cucire la dieta su misura (in termini di fattibilità, motivazione, obiettivi e strategie). Come? Non di certo leggendo un libro di nutrizione acquistato in libreria o rivolgendosi ad un coach nutrizionale senza l’abilitazione di biologo nutrizionista.  Un libro acquistato in libreria, con una dieta consigliata e valida per tutti i lettori, è lontano anni luce dal concetto di dieta personalizzata. Similmente, rivolgersi ad un coach nutrizionale senza l’abilitazione di biologo nutrizionista ti porterà poco lontano. E’ stato dimostrato che chi si rivolge alle fonti o figure sbagliate (= non abilitate dalla legge ad elaborare diete personalizzate) non si accontenta mai e riprende tutti i kg persi (quando l’obiettivo è il peso). Desideri girare come una trottola da un “pseudo-nutrizionista” all’altro o affidarti ad un professionista serio una volta per tutte?

Affidarsi ad un professionista nella nutrizione è come affidarsi ad una buona sartoria.

Desideri un vestito di bassa qualità che poi devi cambiare ogni stagione o affidarti ad un capo di qualità, cucito su misura per te e che può durare anni? Forse alcune donne non disdegneranno l’idea di cambiare i loro capi di stagione in stagione, in base alle mode del momento.. ma sei sicuro di volerlo fare anche con la tua salute?

 

Il mio messaggio per te: Per far si che il cibo diventi la medicina del futuro a tutti gli effetti non bisogna solo liberarsi da preconcetti divulgati da ciarlatani come “i carboidrati fanno male” ma anche affidarsi a professionisti che possano cucire i consigli alimentari su misura, alleggerendosi così del peso corporeo in eccesso e del peso sulla coscienza di tante “pesanti” fandonie.