Alimenti o integratori bruciagrassi: esistono? Anche no!

Una delle tante credenze popolari riguarda la fantomatica proprietà di alcuni alimenti di…bruciare i grassi.

Ananas bruciagrassi?

C’è chi dice che l’ananas sia in grado di bruciare i grassi e quindi far perdere peso. Ma è davvero così? Certo che no! Se dopo un mega pasto domenicale dalla nonna si conclude con una bella fettona ananas, aumenterà sì l’apporto di fibra, vitamine e minerali.. ma anche di calorie. Solo l’acqua non ha calorie. Una caloria è sempre una caloria e le calorie si sommano tra loro.

Ma quante calorie ha l’ananas?

L’ananas fornisce solamente 40 kcal per 100g, ecco perché viene spesso consigliato nelle diete dimagranti. Il fatto che sia un ottimo frutto per tanti motivi.. non lo rende dimagrante di per sè. Fa bene mangiarlo perchè in ogni dieta va mangiato un po’ di tutto e, tra i vari alimenti, la frutta non deve mancare. L’ananas fornisce la stessa quantità di zuccheri di tanti altri frutti per 100g di prodotto.

Da dove deriverebbero i presunti effetti bruciagrassi dell’ananas?

L’ananas contiene bromelina, un enzima proteolitico (ovvero in grado digerire le proteine che mangiamo) particolarmente concentrato nel gambo interno del frutto. La bromelina aiuta a scomporre le proteine contenute negli alimenti nei loro elementi-base: gli aminoacidi.

Perché mai un enzima che serve a scomporre le proteine dovrebbe favorire lo scioglimento dei grassi o accelerare il metabolismo? La bromelina da’ semmai un aiuto alla digestione di carne e pesce facilitando l’assorbimento dei loro nutrienti, non il loro utilizzo!

Fingiamo per un attimo che la bromelina possa veramente bruciare i grassi…

Se è vero (e vi assicuro, è vero) che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma (famosa legge della Fisica), i grassi “bruciati” dall’ananas dove andrebbero mai a finire? Normalmente, nel nostro corpo la combustione dei grassi avviene nel corso di un esercizio fisico aerobico. Infatti, una volta esaurite le scorte di carboidrati (fonte di energia durante gli sforzi muscolari), il corpo mobilita e consuma le riserve di grassi per poter continuare a sostenere il lavoro dei gruppi muscolari coinvolti. Ecco che, quindi, l’energia liberata dai grassi viene convertita in movimento.  

Concludendo..

Gustiamoci pure la nostra fetta di ananas, ma consapevoli che non ci renderà più magri come per magia… a meno che non si accompagni ad una bella e lunga passeggiata per le vie della città o della campagna!

Sei ancora convinto che l’ananas bruci i tuoi grassi?

In quali altre trappole di puro marketing o falsa pubblicità pensi di essere incappato dopo aver letto questo articolo?

Se hai dubbi su ciò che leggi su internet da fonti non verificate, scrivi a Dr.ssa Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista

info@alimentazionepersonalizzata.com