Allevare figli sani: consigli alimentari per genitori di bimbi dai 2 ai 5 anni

Ecco una la lista di consigli per impostare la corretta alimentazione dei più piccoli di casa, in modo da influenzarne le preferenze e il comportamento alimentare nell’età adulta.

Utilizza la teoria della “condivisione delle responsabilità a tavola”

Secondo questa teoria, gli adulti avrebbero il compito di presentare cibi salutari (possibilmente in modo gradevole e sempre tenendo presente che servono vari tentativi per alcuni alimenti “meno graditi”). I bambini, invece, avrebbero un altro compito: decidere quanto mangiare di quello che viene proposto. Sebbene si tratti di un buon sistema di base per suddividersi le responsabilità, cioè “il chi fa cosa”, ci possono essere delle eccezioni alla regola che vanno valutate col professionista di riferimento.

Incoraggia il consumo di frutta e verdura

Durante il giorno, 25-30% dei bambini tra i 2-5 anni non consuma frutta e il 20-25% non consuma ortaggi. Come negli adulti, il benessere psico-fisico e il metabolismo dipende non solo dal consumo di carboidrati, proteine e lipidi (i cosiddetti macro-nutrienti) ma anche da quello di vitamine e minerali (i cosiddetti micro-nutrienti) Le vitamine, ad esempio, sono un insieme molto eterogeneo di molecole, normalmente necessarie in minime quantità per i fabbisogni dell’organismo, dove però regolano una serie di reazioni metaboliche molto importanti per la crescita. Ora che sai che le vitamine aiutano il metabolismo di nutrienti necessari per la crescita del tuo bambino, hai un motivo in più per insistere nel proporre frutta e verdura.

Evita di mettere il bambino sotto pressione

Insistere non significa obbligare o mettere sotto pressione. Obbligare i bambini a consumare frutta e verdura è controproducente. Questo può causare associazioni emotive negative con quel dato alimento tali da indurre il bambino a volerlo evitare anche da grande.  I bambini si accorgono quando i grandi mangiano verdura a tutti i pasti e con gusto. Ci vorranno dei mesi o forse anche degli anni ma poi anche loro impareranno per imitazione.

Non usare il cibo come ricompensa

A molti bambini viene detto che riceveranno un dolcetto se finiscono quello che hanno nel piatto. Non va bene che un bambino cresca pensando che i dolci siano fonte di appagamento per le difficoltà della vita. Sono tanti gli adulti che hanno conservato questa brutta abitudine e poi si trovano con pessimo rapporto cibo-emozioni. Come ricompensa per i più piccoli, quindi, è meglio utilizzare figurine, stickers o attività extra da fare insieme in famiglia.

Controlla il consumo di succo di frutta

Il succo di frutta o la spremuta contenente 100% frutta vanno consumati in moderazione o favoriranno sovrappeso e obesità proprio come altri alimenti contenenti zuccheri. Gli zuccheri “da bere” non saziano ed è facile rischiare di consumarne troppi. Vi siete mai chiesti quante arance servono per fare una spremuta? Almeno due. Ebbene, “due” è il numero di pugni di frutta (dove 1 pugno = 150g circa) che un bambino o un’adulto dovrebbero consumare in un’intera giornata, in media. Conserviamo la frutta intera per gli spuntini e usiamo la spremuta, possibilmente diluita con acqua, solo una tantum!

Coinvolgi il tuo bambino in cucina

Aiuta i bambini a capire da dove viene il cibo e come prepararlo. In cucina, i più piccoli possono aiutare mamma e papà a misurare e mescolare gli ingredienti. Ciò li renderà molto più autonomi in cucina da grandi.

Fai scegliere al tuo bambino

Questo non significa far scegliere tra una caramella e un frutto. Significa rispettare le preferenze dei bambini. Chiedi semplicemente: vorresti avere pomodorini o carote nell’insalata, stasera?

Bibliografia:

  • Journal of American Medical Association: 2004 Jan;104 (1 Suppl 1):s38-44; 2014 Feb 26;311(8):806-14. American Journal of Clinical Nutrition. 2007 Jun;85(6):1578-85; 2014 Mar;99(3):723S-8S; 2014;99(5):1041-51
  • Pediatrics. 2001 May;107(5):1210-3; 2010 Jun;125(6):e1386-93. (Li R et al.)
  • The British Journal of Nutrition. . 2008 Feb;99 Suppl 1:S22-5; 2008 Feb;99 Suppl 1:S15-21.
  • Appetite. 2006;46(3):318-23.
  • Journal of Nutrition Education and Behavior. 2013 Jul-Aug;45(4):296-303. Public Health Nutrition. 2010 June;13(6):787-96.

Quali sono gli alimenti più graditi dal tuo bambino? Quali alimenti proprio non riesci a fargli mangiare? Magari serve solo qualche piccolo trucco…

Dr.ssa Francesca Simonella – Biologa Nutrizionista

⬇⬇ LINK AL SITO ⬇⬇

www.alimentazionepersonalizzata.com