Il Kamut è un cereale più sano degli altri: vero o falso?

Il Kamut purchè integrale rappresenta una valida scelta ma occhio ai falsi miti

Quando si parla di Kamut si pensa ad un tipo particolare di cereale.. FALSO!

In realtà il Kamut è un marchio registrato da parte di una società americana per identificare una particolare tipologia di grano o frumento, il Triticum turgidum ssp. Turanicum. Viene anche chiamato “grano Khorasan”. Erroneamente, la pasta ed i prodotti da forno a base di Kamut vengono percepiti per forza come più sani e light delle controparti fatte con frumento. Le kcal sono le stesse, mentre i valori nutrizionali sono simili, giustificando solo minime differenze.

Alcuni pensano inoltre che il Kamut non contenga glutine. FALSO!

Esso NON DEVE essere consumato dai celiaci. Chi invece è affetto da una forma di sensibilità al glutine può valutare se la tipologia di glutine contenuta nel kamut risulta essere più digeribile.

Il kamut apporta vari benefici alla salute. VERO!

Rispetto al frumento tradizionale, il kamut sembra essere più digeribile. E’ inoltre dotato di un contenuto leggermente più alto di proteine e carotenoidi, tra cui la luteina. Sembra inoltre in grado di stimolare positivamente la microflora intestinale, favorendo batteri buoni come i Bifidobatteri e Lattobacilli. Questi batteri aiutano la produzione di acidi grassi a catena corta e composti fenolici nel nostro intestino, apportando benefici alla salute. Sono però presenti anche nello yogurt.

Lo sapevi?

L’interesse degli italiani verso il kamut è tale per cui addirittura il 70% del Kamut esportato verso l’Europa arriva proprio in Italia. Nel scegliere di alternarlo ad altri cereali, è opportuno considerarne il prezzo. Il kamut costa 4 volte di più rispetto ad altre farine e il doppio rispetto ad una farina made-in-italy di buona qualità. Ai consumatori la scelta!

Bibliografia: Ancient wheat and health: a legend or the reality? A review on KAMUT khorasan wheat. Bordoni A et al, Internationa journal of food sciences and nutrition, 2017.

Quanto spesso vari la tipologia di cereali presenti a tavola? Hai mai confrontato gli effetti del kamut e del frumento tradizionale sul tuo intestino e benessere generale? Quanto vale la pena acquistare il kamut secondo te?

Scrivi le tue considerazioni a: Dr.ssa Francesca Simonella – Biologa Nutrizionista: info@alimentazionepersonalizzata.com