Le regole d’oro per fare la spesa in modo magistrale

Tutti noi facciamo la spesa, chi più spesso, chi meno.

Spesso viviamo questo onere come un peso: trovare parcheggio, code in cassa, difficoltà a identificare, in poco tempo, cosa mangiare nei giorni successivi…Eppure, con un minimo di organizzazione, si può rendere l’atto della spesa un piccolo investimento per la propria salute!

Regola #1: Mai fare la spesa da affamati. Programmare la prossima spesa dopo aver mangiato. Oppure, consumare 20g di frutta secca, un frutto fresco o uno yogurt greco magro prima di recarsi al supermercato.

Regola #2: Scegliere un giorno della settimana in cui fare il “meal planning” dei prossimi giorni. Molti scelgono il sabato mattina, così da poter fare la grande spesa il sabato pomeriggio o la domenica. Le App del telefonino possono aiutare ad aggiungere gli ingredienti alla propria lista in qualsiasi momento, quando vengono in mente. Il sabato mattina, basterà semplicemente riunire tutti i pezzi della lista in un elenco organizzato, come indicato alla regola #3.

Regola #3: Mentre si fa la lista della spesa, è utile visualizzare nella propria mente il supermercato dove ci si intende recare. La lista delle cose da comprare va scritta nell’ ordine con cui gli alimenti sono disposti in quel supermercato (esempio: si comincia con frutta e verdura, poi si acquista lo yogurt/latte, poi la carne…ecc). Questo eviterà o di andare avanti e indietro per acquistare i vari prodotti.

Regola #4: E’ importante fare la maggior parte degli acquisti nel perimetro del supermercato: Avete mai notato che i cibi spazzatura sono per lo più localizzati nelle corsie centrali?

 

Il semaforo della tua spesa 

(rosso: da evitare; giallo: da valutare con attenzione; verde: da prediligere)

Merendine

Patatine fritte/grissini/taralli

Bevande zuccherate/succhi pronti

Salse pronte

Sughi pronti

Pasti surgelati

Superalcolici

Pane, pasta: meglio se integrali

Crackers, grissini: meglio se integrali, senza sale aggiunto e con solo olio d’oliva

Yogurt, latte, latticini: scegliere quelli magri e possibilmente bio

Carne: meglio se italiana e allevata al pascolo

Uova: meglio se bio, codice 0

Cioccolato: meglio se > 70%

Verdure e frutta congelate: solo se scondite

Frutta secca: solo se senza sale o miele aggiunti

Frutta e verdura di stagione

Cereali integrali bio (orzo, farro, quinoa)

Legumi

Pesce, meglio se pescato in mare aperto

Semi

Spezie, erbe aromatiche

Olio extra vergine d’oliva 100% italiano

Quanto spesso fai la spesa? Quanto spesso compri alimenti in più, rispetto alle aspettative?

Quanto incide il tuo livello di organizzazione? 

Se vuoi chiarirti dei dubbi, contattami!

Dr.ssa Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista

(email: info@alimentazionepersonalizzata.com)