Quiz time: quanto ne sai su alimentazione e dimagrimento?

Senza glutine.. senza grassi.. pochi grassi…meno zuccheri.. Che confusione!

Quali sono le scelte migliori?

Rispondi con VERO O FALSO alle seguenti domande. Poi, controlla le risposte corrette alla fine dell’articolo!

Domande

  1. Pane, pasta e riso promuovono sovrappeso e obesità.
  2. Gluten-free è sinonimo di “più sano”.
  3. Mangiare 1-2 spuntini al giorno può aiutare a perdere peso
  4. I prodotti con pochi o zero grassi aiutano a dimagrire
  5. I grassi vanno evitati quando si ha lo scopo di dimagrire

Soluzioni

  1. Molti validi studi scientifici hanno dimostrato che chi consuma cereali integrali ha una minor probabilità di diventare obeso e un più basso valore ematico di colesterolo totale. Riso integrale, pasta integrale, crusca di avena, farro, orzo, bulgur sono ottime scelte, soprattutto se cucinati in modo semplice e non troppo elaborato. Essi saziano di più il maggior contenuto di proteine e fibra rispetto ai cereali “bianchi” o “raffinati”.
  2. Il glutine è una proteina contenuta in frumento, segale e orzo. Chi è celiaco o affetto da sensibilità al glutine di tipo non-celiaco, deve evitare questi cerali, assolutamente. Le diete prive di glutine non sono necessariamente sane per il resto della popolazione. I cereali che contengono glutine, infatti, sono anche fonte di fibra, vitamine, calcio e minerali. Inoltre, molti alimenti a cui è stato rimosso il glutine sono spesso processati e ricchi di  zucchero o grassi aggiunti per renderli morbidi come le versioni contenenti glutine.
  3. Un piccolo snack a metà mattina e/o pomeriggio può aiutare a prevenire eventuali abbuffate a pranzo e/o cena. In linea di massima uno snack sano dovrebbe consiste in un bicchiere di acqua e un alimento/combinazione di alimenti tali da apportare almeno 2 gruppi di nutrienti (proteine + carboidrati, oppure proteine + grassi, oppure carboidrati + grassi). L’acqua aiuta a sentirsi sazi e idratati. Chi sceglie di bere succo di frutta dell’acqua, dovrebbe valutare attentamente quanti altri zuccheri consuma nell’arco della giornata.
  4. Un prodotto con meno grassi è stato probabilmente addizionato con zuccheri, per renderlo più gustoso. Per questo, va sempre controllata l’etichetta in modo da fare paragoni con le versioni tradizionali. Non va guardata solamente la tabella nutrizionale, ma anche la lista di ingredienti.
  5. Come è stato detto per i cereali, anche i grassi non sono tutti uguali. I grassi forniscono energia. Quelli monoinsaturi o di tipo omega-3 possono combattere l’infiammazione, una delle principali cause delle malattie croniche. Malgrado le dicerie, i grassi sani sono alleati delle diete sane e possono essere trovati in avocado, frutta secca, pesce e olio extravergine d’oliva.

Bibliografia: Adattato da Oldways Nutrition Exchange, 2016

Il mio messaggio per te: Quante risposte giuste hai dato? Quanto spesso ti è capitato di pensare “Dipende dai casi”? Effettivamente, poche cose sono bianco o nero in nutrizione. Quanto sei pronto a prenderti cura di te stesso? Quanto ti piacerebbe rinunciare alla tua ricerca su Google in fatto di nutrizione per affidarti ad un professionista? Affidati a chi di scienza e nutrizione ne ha fatta una professione con dedizione e serietà. Sarà uno stress in meno per te. Diventare la versione più sana e positiva di te stesso è più facile di quel che sembra. Il segreto è cucire sempre tutto su misura.