Soia e patologie alla tiroide: quale mito è da sfatare?

soia

La soia è un legume e gli alimenti contenenti soia (tofu, tempeh) sono diventati popolari in Occidente. C’è chi li usa per alternarli alla carne o al pesce per piacere, chi li compra per sostituirli ad essi per scelta etica, oppure chi li preferisce per scopi puramente salutistici, al fine di combattere sintomi depressivi e vampate (come accade in menopausa).

Cosa contiene la soia e perchè sarebbe un problema la sua composizione secondo alcuni?

La soia contiene dei componenti bioattivi, gli isoflavoni, che possono esercitare attività ormonali. A fronte di ciò, si è sentito dire che la soia può interferire con la tiroide, una ghiandola che secerne ormoni di vario genere.

Cosa dicono gli studi?

Alcuni studi condotti da animali hanno messo in questione il fatto che la soia possa interferire con la produzione degli ormoni tiroidei o con l’assorbimento intestinale della tiroxina sintetica, ovvero il farmaco che si usa per curare l’ipotiroidismo. Analizzando però alcuni dati clinici in soggetti umani sani e con adeguato apporto alimentare di iodio, si è visto che gli effetti di una dieta che contiene soia sono assolutamente trascurabili sui parametri di salute della tiroide. Al contempo, altre evidenze suggeriscono che l’assorbimento intestinale della tiroxina in soggetti ipotiroidei può essere ridotto in caso di dieta contenente soia (tra i vari alimenti), il che aumenterebbe il rischio di dover aumentare la dose del farmaco per l’ipotiroidismo. Quindi, non solo l’evidenza scientifica è poca e contraddittoria, ma in ogni caso non è nota la quantità alimentare “soglia” che potrebbe determinare questa interferenza.

Cosa fare dunque?

E’ opportuno come sempre un adeguato scambio di informazioni tra biologo nutrizionista, paziente e medico curante. Ogni paziente è diverso, per motivi di salute, storia personale e scelte etiche. Non è solo di il dosaggio di farmaco che va personalizzato dunque, anche la dieta.

Bibliografia:
Nutrients 2016; 8:754; doi:10.3390/nu812075
Altern Ther Health Med 2014;20 Suppl 1:39-51
Thyroid 2006;16:249

Hai mai provato la soia? Quanto spesso la consumi e come?

Dott.ssa Francesca Simonella – Biologa Nutrizionista

www.alimentazionepersonalizzata.com

info@alimentazionepersonalizzata.com